Esistono figurine rare, stampate in numero più limitato rispetto ad altre? 

No. Attualmente ogni collezione è composta da un numero di figurine pari a quelle inserite in uno o due fogli di stampa, fogli di stampa che contengono tutte le figurine una volta e che vengono stampati in ugual numero.

In quale anno sono state introdotte le figurine adesive? 

Le prime figurine adesive sono state introdotte nella stagione 1971-72. All'inizio, le figurine erano in cartoncino da incollare con la coccoina, mentre alla fine degli anni 60 furono introdotte le "celline", triangolini biadesivi da apporre sul retro della figurina per attaccarla all'album.

Perchè il calciatore in rovesciata, nella sua versione originale, ha maglia rossa, pantaloncini bianchi e calzettoni neri a bordi gialli? 

Per non assomigliare a nessuna squadra esistente e quindi rappresentare un po’ tutti i giocatori.

Chi era raffigurato sulla copertina della prima edizione dell’album Calciatori? 

Nils Liedholm, all’epoca giocatore del Milan e componente del mitico trio d’attacco Gre-No-Li (insieme a Gren e Nordhal).

Quante bustine di figurine produce in un anno la Panini? 

Mediamente nelle ultime stagioni sono state prodotte 1 miliardo di bustine all’anno, cioé 6 miliardi di figurine!

Quante bustine della prima collezione Calciatori furono vendute? 

3 milioni, che divennero 15 l'anno dopo e 29 il successivo.

Chi fu "l'inventore" delle collezioni di figurine Panini? 

Il comm. Giuseppe Panini, che fondò l'Azienda nel 1961, sulla scia dell`Agenzia Distribuzione Giornali Fratelli Panini (1955). Anche i fratelli Benito (subito) Umberto e Franco (nel 1963), si unirono all`attività. Giuseppe Panini è mancato il 18 ottobre 1996 all'età di 71 anni.

Quando nacquero le figurine? 

La prima serie conosciuta è quella emessa dalla Litografia Bognard di Parigi per i magazzini "Au Bon Marché" nel 1867, che illustra i padiglioni dell'Esposizione Universale che in quell'anno si tenne proprio a Parigi. Risalgono invece al 1879 le prime cards della Marquis of Lorne, allegate ai pacchetti di sigarette della stessa marca a fini promozionali.

Che cos'è la "Fifimatic"? 

È l'imbustatrice automatica inventata da Umberto Panini: prende le figurine - la cui quantità varia a seconda del programma di lavoro - e le imbusta, poi espelle le scatole già confezionate con le bustine.

In che anno la Panini cominciò a pubblicare l'Almanacco Illustrato del Calcio Italiano? 

Nel 1970 la testata, diretta da Luigi Scarambone, fu rilevata dall'editore Carcano. Prima ancora era stata edita dalla Rizzoli e i curatori erano Leone Boccali (lo storico giornalista sportivo che ne era stato l'ideatore nel 1939) e De Vecchi.

Perché il marchio della Panini è un lanciere? 

Perché Giuseppe Panini era un appassionato di enigmistica, inventava cruciverba ed il suo pseudonimo era, appunto, "paladino". Negli anni 70 fu anche creata una rivista per i collezionisti di figurine Panini con testimonial "Pipino il paladino" ("Pipino" stava per Giuseppe).

Quale fu la prima collezione di figurine Panini diversa dai Calciatori? 

"Aerei e Missili", del 1965, seguita da "Animali di tutto il mondo", edita nello stesso anno.

Quale fu la prima figurina Panini stampata? 

Quella di Bruno Bolchi, difensore e capitano dell'Inter.

Quanto costava la prima bustina di Calciatori? 

Costava 10 vecchie lire (pari a circa 0,5 centesimi di Euro) e conteneva solo 2 figurine.

Cos'era il "Feroce Saladino"? 

Una figurina promozionale stampata nel 1937 per conto della Perugina che, sembra per un errore distributivo, risultò introvabile in buona parte d'Italia, raggiungendo valori da capogiro per l'epoca.

Quando fu introdotta, per la prima volta, la didascalia plurilingue? 

Nel 1970, in occasione dei Mondiali del Messico; fu anche la prima volta che una edizione di figurine fu commercializzata a livello internazionale .

Quale fu il primo album di figurine pubblicato in occasione dei Campionati del Mondo di Calcio? 

"Mexico 70", l'album coincise anche con l'ultima edizione dei Campionati del Mondo che mettevano in palio la storica "Coppa Rimet", sostituita, nel 1974, dall'attuale FIFA WORLD CUP.